Accesso civico
(ultimo aggiornamento maggio 2022)

Il D.lgs. 33/2013 ha introdotto l'istituto dell'accesso civico.

Ad oggi si possono quindi evidenziare tre forme di accesso:

1) l' accesso agli atti amministrativi o accesso documentale, previsto dalla L. 241/90, che prevede un interesse diretto, concreto e attuale verso l'atto o il documento o la pratica in possesso di un'amministrazione pubblica per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti.

2) l'accesso civico è il diritto generalizzato dei cittadini di accedere alle informazioni  e i documenti concernenti l’organizzazione e le attività che le pubbliche amministrazioni devono pubblicare in base al D.Lgs. 14/03/13 n. 33.

L’ordine ha 30 giorni di tempo per procedere alla pubblicazione dei dati o dei documenti richiesti, nel proprio sito istituzionale e alla contestuale trasmissione al richiedente ovvero alla comunicazione dell’avvenuta pubblicazione indicando il collegamento ipertestuale delle pagine pubblicate.

3) l'accesso civico  generalizzato, introdotto con il D.lgs. 97/2017, è il diritto generalizzato dei cittadini di accedere ai dati, ai documenti e alle informazioni anche ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del decreto che norma la trasparenza.

La richiesta di accesso civico:

  • non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente;
  • non deve essere motivata;
  • è gratuita;
  • deve essere presentata al Responsabile della Trasparenza, che si pronuncia sulla stessa;

 

Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza del Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pisa è l'Ing. Carlo De Rosa contattabile all'indirizzo:

 

carlo.derosa@ordineingegneripisa.it

 

Le Procedure e la modulistica per l'accesso sono indicate nel Regolamento approvato dal Consiglio dell'Ordine disponibile al seguente link:

https://www.ordineingegneripisa.it/obj/files/trasparenza/Regolamentoaccessoagliatti2018.pdf